Scopri come preparare: Pesce spada arrostito
Pesce spada arrostito

Pesce spada arrostito

Secondo
Un piatto che profuma di mare: il pesce spada alla griglia conquista tutti grazie al suo sapore delicato. Salutare e ipocalorico, con Grand Chef Evolution è possibile arrostirlo a casa in maniera sana, mantenendo intatti i suoi preziosi nutrienti.
Procedimento

Oggi portiamo in tavola il Mediterraneo con un secondo invitante e leggero: il pesce spada alla piastra, una pietanza capace di gratificare il palato nonostante la sua semplicità, e che può diventare protagonista di gustose grigliate di mare, insieme alle vongole e agli scampi.
Le qualità del pesce spada sono talmente tante che è impossibile non amarlo: ricco di nutrienti preziosi ma ipocalorico, è l’alimento perfetto per una dieta bilanciata e uno stile di vita sano. Non solo: il suo gusto delicato lo rende un ingrediente versatile che si sposa facilmente con differenti contorni e marinature, in base alle occasioni e ai gusti. Essendo privo di spine e lische, inoltre, è molto apprezzato anche dalle persone che non amano particolarmente i piatti a base di pesce.

La principale difficoltà nel cucinare alla perfezione il pesce spada alla griglia è quella di raggiungere il giusto livello di cottura, in modo che le carni si mantengano morbide e al contempo succose. Così come il tonno alla griglia, infatti, il pesce spada richiede una cottura breve, e con Grand Chef Evolution ottenere risultati ottimali è davvero semplice poiché è possibile regolare con facilità temperatura e tempo di cottura. In questo modo verranno preservati anche gli aromi e la delicatezza della portata. Avremo inoltre la libertà di arrostire il nostro pesce spada come alla brace ma senza il fastidio del fumo o di odori persistenti in cucina.

Vediamo insieme tutti i passaggi per cucinare in casa con Grand Chef Evolution un ottimo trancio di pesce spada arrostito, morbido e succulento, senza creare cattivi odori.

Non possiedi Grand Chef Evolution per realizzare questa ricetta?
Scopri come averlo

Procedimento

Preriscaldare Grand Chef Evolution a 260°C con la teglia piena professional posta all’interno, sulla griglia media, per circa 10 minuti.

Nel frattempo sciacquare le fette di pesce spada, e asciugarle tamponandole bene con un tovagliolo assorbente.

Preparare un intingolo con olio EVO, prezzemolo, uno spicchio d’aglio a pezzettini ed emulsionarli per creare uno sbattuto.

Una volta concluso il preriscaldamento, spennellare le fette di pesce spada con l’intingolo preparato e cuocere come da scheda tecnica.

Dopo la cottura servire con insalata fresca accompagnando con salse a piacere.

Il consiglio dello chef

Se avete del tempo a disposizione da dedicare alla preparazione di questa deliziosa ricetta, potete realizzare il pesce spada alla griglia marinato semplicemente aggiungendo all’intingolo anche il succo di mezzo limone, e lasciando marinare il pesce in frigorifero per circa mezz’ora prima di cuocerlo.

Un contorno perfetto per accompagnare il pesce spada alla piastra è l’insalata verde con olive nere, a cui aggiungere degli stuzzicanti pomodori essiccati in Grand Chef Evolution, che andranno preparati con qualche giorno di anticipo.

Come accompagnare il pesce spada alla piastra: contorni e marinature

Il pesce spada si può accostare a tanti diversi contorni, rendendolo il piatto giusto per ogni occasione. Così, durante una cena elegante possiamo servire il nostro pesce spada alla griglia con delle gustose zucchine alla scapece o con le raffinate patate duchessa. Se decidiamo invece di organizzare una bella grigliata in famiglia, possiamo abbinare al pesce spada gusti più rustici come i peperoni arrostiti oppure le patate al forno con la buccia. E il vino? Il giusto accompagnamento per il pesce spada arrostito è senza dubbio un bianco minerale e fresco, come il Ribolla Gialla, ma in caso di marinatura sono perfetti anche vini più robusti come il Vermentino di Gallura e il Pecorino d’Abruzzo.

Come abbiamo visto, lo chef propone una marinatura semplice a base di limone, aglio, olio e prezzemolo, ma si può variare in base al nostro gusto. Una delle marinature più conosciute e apprezzate per il pesce spada arrostito è il salmoriglio, salsa originaria della Sicilia a base di limone, pepe, origano, olio e prezzemolo. Altre varianti gustose sono il succo d’arancia aromatizzato con aglio e rosmarino, oppure l’aggiunta di erbe aromatiche come timo, menta, maggiorana o basilico. Per arricchire la marinatura, inoltre, è possibile aggiungere anche pepe, zenzero grattugiato o un pizzico di peperoncino.

Come riconoscere i tranci migliori per cucinare il pesce spada alla griglia

La freschezza è la chiave per ottenere un pesce spada alla griglia gustoso: per questo è importante saper riconoscere dei tranci appena pescati e di qualità. In che modo? Anzitutto facendo attenzione alle carni, che devono essere elastiche e sode, ben attaccate alla lisca e con un buon odore di mare. Il colore deve risultare brillante e vivo e la cartilagine aderente alla pelle lucida. Il pesce spada va cucinato il giorno stesso dell’acquisto, in modo da conservare il più possibile le sue proprietà organolettiche. In alternativa, si può decidere di congelarlo ma non è consigliabile conservarlo in frigorifero perché i grassi tendono a irrancidire facilmente e conferiranno al pesce spada un cattivo sapore.

Pesce spada: valori nutrizionali

Buono, sano e ipocalorico: le calorie del pesce spada sono solo 110 per 100 grammi di prodotto. Naturalmente nel calcolo delle calorie va anche considerato il metodo di cottura utilizzato, e la cottura alla griglia è senza dubbio una delle preparazioni più salutari e dietetiche.
Il pesce spada è un’ottima fonte di proteine nobili (19,8 grammi), contenenti tutti gli amminoacidi essenziali utili all’organismo. Presenti in buone percentuali anche vitamina B6, B12, PP, selenio, potassio e fosforo. Non tutti sanno, inoltre, che il pesce spada è un pesce azzurro e ciò si traduce in un alto concentrato di Omega 3, i grassi “buoni” preziosi per la salute del sistema cardiocircolatorio.