Scopri come preparare: Tonno alla griglia Guarda la videoricetta

Tonno alla griglia

Secondo
Per preparare un tonno alla griglia tenero e succoso bisogna fare attenzione a cuocerlo al punto giusto. Con Grand Chef Evolution possiamo programmare tempo e temperatura di cottura per un risultato perfetto, senza produrre fumo e cattivi odori in cucina.
Procedimento

Marinare i tranci di tonno in un composto di succo di arancia, olio, timo e pepe in grani per circa 1 ora; dopo circa mezz’ora girare i tranci nella marinatura.

Preriscaldare Grand Chef Evolution per qualche minuto a 260°C, quindi cuocere il tonno marinato a 260°C, fan bassa, sulla griglia media per 4 minuti, 2 minuti per lato. Per mantenere la consistenza tenera e succosa, il tonno dovrà risultare appena rosato all'interno.

Il consiglio dello chef

Se preferite il tonno più cotto potete aumentare il tempo di cottura di un minuto per ciascun lato.

Cosa sapere prima di preparare il tonno alla griglia

Il tonno alla griglia è una delle ricette con tonno fresco più amate perché consente di assaporare a pieno tutto il suo gusto naturale ed è davvero facile da realizzare in tempi brevi.

L'unica difficoltà che questa preparazione comporta sta nel dare al tonno il giusto grado di cottura, in modo tale che si mantenga succoso e morbido. Il tonno infatti ha bisogno di cotture brevi e, con Grand Chef Evolution, possiamo essere certi del risultato perché possiamo controllare e regolare il tempo e soprattutto la temperatura di cottura. Inoltre Grand Chef Evolution griglia senza produrre fumo e odori sgradevoli e ci rende liberi di cucinare qualunque pietanza in qualsiasi momento anche in casa.

Per cucinare un tonno alla griglia perfetto, oltre alla cottura è necessario porre attenzione anche alla scelta del pesce al momento dell'acquisto. Il tonno, infatti, qualunque sia il modo in cui si intende cucinarlo, deve essere fresco e, per assicurarsene, è bene osservare alcune sue caratteristiche:

  • l'odore non dovrà essere forte e sgradevole;
  • le sue carni dovranno essere ben attaccate alla lisca;
  • il colore dovrà essere vivo e brillante;
  • la consistenza dovrà essere soda ed elastica;
  • la pelle dovrà essere lucida.

Benefici del consumo di tonno

Le caratteristiche nutrizionali del tonno variano a seconda della specie. Il tonno rosso presenta una percentuale piuttosto elevata di omega 3 rispetto, ad esempio, al tonno pinna gialla, e una quantità maggiore di grassi. Il tonno viene considerato, ad ogni modo, un pesce magro, sebbene la percentuale di grassi vari non solo, come detto, in base alla specie, ma anche a seconda del taglio che si consuma. Il tonno fresco è generalmente ricco di vitamine (in particolare vitamine del gruppo B, vitamina D, vitamina A, vitamina E), di sali minerali, come ad esempio il ferro, il selenio, il potassio e il fosforo, e di proteine ad alto valore biologico.

Grazie alla sua composizione il consumo di tonno è in grado di apportare diversi benefici al nostro organismo. La sua capacità di contribuire a prevenire malattie cardiovascolari si deve, in particolare, al contenuto di grassi buoni omega 3 che hanno effetti positivi anche sulla memoria e sull'umore. Le proteine sono inoltre importanti per sostenere la massa muscolare e il calcio aiuta a mantenere in salute e a rinforzare le ossa. Il tonno inoltre è un alimento con un basso apporto calorico (159 kcal per 100 g di tonno rosso) ed è quindi adatto in un regime dietetico ipocalorico.

Il tonno è quindi un alimento molto salutare, ciononostante non dovrebbe essere mangiato spesso in quanto si tratta di un pesce di taglia grande e come tale accumula nelle carni una notevole quantità di mercurio.
È bene segnalare inoltre che il tonno crudo, se non precedentemente abbattuto, non andrebbe consumato perché, se contaminato dall' anisakis, può portare conseguenze anche gravi per la nostra salute.