Scopri come preparare: Tartellette alla frutta
Tartellette alla frutta

Tartellette alla frutta

Dolci e Dessert
Le tartellette alla frutta sono un grande classico della pasticceria mignon che ancora incanta tanto i bimbi quanto gli adulti: immancabili nel vassoio di paste della domenica, realizzarle in casa con Grand Chef Evolution vi regalerà grandi soddisfazioni.
Procedimento

Gioia per gli occhi, paradiso per il palato: le tartellette alla frutta sono dei deliziosi quanto scenografici pasticcini finger food perfetti da servire a fine pranzo, la domenica, ma così preziosi da essere i dolcetti ideali per le grandi occasioni come compleanni, battesimi e anniversari. La bellezza di queste tartellette di pasta frolla è data soprattutto dai colori vivi e dalla curata disposizione della frutta fresca, attorniata da golosi ciuffetti di crema.

Un dessert che esalta la vista ancora prima del gusto e molto semplice da realizzare anche in casa: basta preparare le basi di pasta frolla friabile e la crema ganache per la farcitura, riempirle, guarnirle e le tartellette dolci sono pronte per portare allegria in tavola, da sole o incluse in un buffet insieme ad altri pasticcini come i fagottini di pasta sfoglia alle mandorle o le delicate meringhe alla francese.

Realizzare dei cestini di pasta frolla al burro buoni come quelli di pasticceria è molto semplice e veloce con Grand Chef Evolution: una volta riposti gli stampini sulla griglia, grazie al suo rivoluzionario sistema di cottura ad aria forzata potremo ottenere una pasta frolla fragrante e gustosa, friabile al punto giusto e dalla consistenza scioglievole al palato.

Vediamo allora come preparare delle deliziose tartellette alla frutta con l’aiuto di Grand Chef Evolution.

Non possiedi Grand Chef Evolution per realizzare questa ricetta?
Scopri come averlo

Procedimento per realizzare le tartellette alla frutta.

Per realizzare le tartellette alla frutta come prima cosa occorre preparare la pasta frolla. In questa ricetta useremo una pasta frolla friabile, perfetta per crostate e tartellette.

Versare in un’impastatrice planetaria i tuorli d’uovo, l’uovo intero, lo zucchero a velo, il burro morbido a pezzetti e la buccia grattugiata del limone. Impastare il tutto usando la frusta a foglia, finché non diventa un composto omogeneo; aggiungere metà della farina e continuare a lavorare a velocità media, quindi aggiungere l’altra metà della farina e proseguire sino a quando non sarà totalmente incorporata al composto.

Spostare l’impasto ottenuto su un piano di lavoro e continuare a lavorarlo con le mani. Creare una palla ed avvolgerla con della pellicola trasparente, quindi lasciarla riposare in frigorifero per almeno un giorno intero. La consistenza della frolla appena preparata è molto morbida ma è del tutto normale: una volta in frigorifero si rassoderà, assumendo la giusta consistenza.

A questo punto si può passare alla preparazione della ganache al limone attraverso questi semplici passaggi:

  • Mettere i fogli di colla di pesce in ammollo in acqua fredda per 10 minuti;
  • Trascorso questo tempo, versare in una ciotola a parte il cioccolato bianco tagliato a pezzetti, il succo di limone e la colla di pesce dopo averla strizzata accuratamente;
  • Versare la panna fresca in un pentolino e portarla ad ebollizione;
  • Versare la panna bollente nella ciotola con gli altri ingredienti e frullare il tutto con un mixer ad immersione sino a quando si otterrà un composto liscio e senza grumi;
  • Far raffreddare la crema, poi ricoprire la ciotola con della pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigorifero per un giorno, in modo che acquisisca la giusta consistenza;
  • Il giorno dopo, la ganache al limone avrà assunto un aspetto compatto e gelatinoso, quindi, una volta estratta dal frigorifero, deve essere prima montata con le fruste della planetaria in modo da ottenere la consistenza perfetta per riempire le tartellette.

Una volta pronti gli ingredienti di base possiamo procedere alla preparazione vera e propria delle nostre tartellette di frutta.

Stendere la pasta frolla ad uno spessore di 3 mm, quindi foderare con la frolla gli appositi stampini per tartellette facendola aderire bene sia sul fondo che nei bordi, aiutandosi con le dita, ed eliminare l’eccesso che sborda con l’aiuto di un tagliapasta. Bucherellare il fondo di frolla con una forchetta.

Preriscaldare Grand Chef Evolution a 260°C, fan alta, per circa 8 minuti. Al termine del preriscaldamento inserire gli stampini foderati con la frolla sulla griglia bassa e far cuocere per circa 15 minuti a 205°C, fan media.

Una volta portata a termine la cottura, lasciare raffreddare i cestinetti di frolla, quindi spostarli su un ampio piatto di portata, su un vassoio oppure su un’alzatina per dolci.
A questo punto si possono farcire le tartellette: mettere in una tasca da pasticcere la ganache al limone e riempire ogni tartelletta realizzando dei ciuffetti.
Per concludere, guarnirle con frutta fresca a piacere.

Le nostre tartellette di frutta, belle e deliziose, sono pronte per essere servite.

Il consiglio dello chef

Le quantità degli ingredienti indicate nella ricetta sono per circa 30 tartellette, per realizzarne una quantità minore è possibile dimezzare gli ingredienti sia della pasta frolla friabile che della ganache al limone.

È consigliabile preparare la pasta frolla e la ganache dal giorno prima, in modo che le due preparazioni abbiamo il tempo di rassodarsi e raggiungere la giusta consistenza.

Tartellette alla frutta: colori vivaci per ogni stagione

Ciò che rende le tartellette di pasta frolla così graziose e allegre è senza dubbio la loro decorazione con frutta fresca ed il bello è che ogni stagione può avere i suoi colori. Come abbiamo visto per la crostata di fragoline di bosco, in primavera possiamo guarnire le nostre tartellette dolci con le fragole ma anche con mirtilli, lamponi e ribes; in estate, invece, possiamo decorarle con pesche e susine tagliate a fettine sottili e ciliegie mentre in autunno potremo sbizzarrirci con l’uva di vari colori, arilli di melagrana e fichi; in inverno, invece, largo a kiwi, ananas e spicchi di mandarino.

Ma come rendere la frutta delle tartellette alla crema lucida e invitante come quella delle pasticcerie? Esiste un trucco molto semplice, che consiste nello spennellare la frutta con un poco di gelatina neutra oppure con della marmellata di albicocche.
L’effetto è assicurato e saranno ancora più irresistibili.

Tartellette al cioccolato: la variante per i più golosi

Nella nostra ricetta abbiamo farcito i gusci delle tartellette dolci con una deliziosa ganache al limone e cioccolato bianco, che si sposa perfettamente con il gusto avvolgente della frolla al burro. Possiamo però impiegare anche una ganache al cioccolato fondente o alla nocciola: le tartellette al cioccolato sono sicuramente fra le più sfiziose e saranno un’ottima variante da servire sul nostro carrello dei dolci!

La preparazione è uguale a quella delle tartellette di frutta, cambia solo la farcitura, da abbinare alla giusta guarnizione: perfette in questo caso le fragoline di bosco e i mirtilli, che danno un piacevole contrasto aspro, ma pure la granella di nocciole o di pistacchio, le scaglie di cocco, la frutta secca, i chicchi di caffè e, per la gioia dei più piccoli, i confettini colorati o i mini marshmallow.

Trucchi per delle tartellette di pasta frolla sempre fragranti

I cestini di pasta frolla vuoti possono conservarsi sino ad una settimana all’interno di un contenitore ermetico o di una biscottiera, mentre già farciti durano al massimo tre giorni. Un buon trucco per mantenere il guscio croccante e dalla giusta consistenza è quello di farcire le tartellette con la crema e la frutta poco prima di servirle a tavola. Se invece dobbiamo prepararle con largo anticipo e vogliamo conservare il più possibile la friabilità e la fragranza, possiamo spennellare l’interno dei gusci di frolla con del cioccolato fuso sciolto precedentemente a bagnomaria. Una volta raffreddato e solidificato, potremo aggiungere la crema ganache.