Ananas e perdita di peso: cosa bisogna sapere

Benessere
non e vero che l ananas brucia i grassi   grand chef evolution

L’ananas è il frutto ideale per chi vuole rinfrescarsi e fare il carico di nutrienti; oltre che gustoso, infatti, questo frutto tropicale fa bene al nostro organismo perché è ricco di molte proprietà nutritive.

Originario del Sudamerica, l’ananas, o ananasso, divenne noto oltreoceano grazie a Cristoforo Colombo e alle sue scoperte, e oggi viene coltivato in Spagna, America Latina, Nord Africa e, in minima parte, anche al sud dell’Italia. Gli indios lo chiamavano anana o nanà, ovvero profumo delizioso, mentre, tra gli esploratori spagnoli, era conosciuto come pigna delle Indie.

L’ananas è un frutto consigliato nelle diete ipocaloriche, anche se da solo non è sufficiente per perdere peso. Infatti, contrariamente a quanto comunemente si crede, l’ananas non è un alimento in grado di bruciare i grassi; pertanto ad un regime alimentare che prevede il regolare consumo di ananas e altri frutti bisogna sempre accompagnare una moderata attività fisica per poter smaltire i grassi.
 

Perché l’ananas non brucia i grassi?

Una credenza piuttosto diffusa è che l’ananas sia in grado di bruciare i grassi. Si tratta di un “falso mito” da sfatare: questa funzione, infatti, viene erroneamente attribuita alla bromelina, un enzima che ha in realtà la capacità di velocizzare il metabolismo e favorire la digestione, ma non di bruciare i grassi. Inoltre, la bromelina è presente per lo più nel gambo del frutto, e si trova nella polpa solo in piccole quantità.

Quindi, quando si è a dieta l’ananas, assunto, a fine pasto contribuirà ad avviare più facilmente la digestione e a rallentare l’assimilazione di grassi.
 

Proprietà e benefici dell’ananas sulla salute

L’ananas è da considerarsi un alimento salutare grazie alla presenza di acqua, vitamine del gruppo A, B, C, sali minerali e fibre. Ha pochissime calorie, solo 57 per 100 grammi, ed è quindi un alimento perfetto per chi è a dieta!

Grazie all’alto quantitativo di acqua (quasi il 90% del peso totale) l’ananas esercita un’azione drenante e diuretica: permette infatti di depurare al meglio l’organismo, stimolare l’intestino e combattere la cellulite. Le fibre, inoltre, aiutano a velocizzare la digestione accelerando, come già detto, il metabolismo e riducendo le infiammazioni intestinali, regolando al meglio la fibra intestinale e combattendo la diarrea.

Gran parte dei benefici dell’ananas sulla nostra salute sono legati al contenuto di bromelina. L’azione combinata di questo enzima e delle vitamine presenti nell’ananas conferisce a questo frutto un forte potere antinfiammatorio, non soltanto dei bronchi, ma anche dei muscoli e delle articolazioni: la bromelina, infatti, oltre a sciogliere i muchi e liberare le vie respiratorie, riduce gli effetti dell’artrite. Pertanto, un consumo regolare di ananas è consigliato in maniera particolare agli anziani. Questi ultimi possono trovare ulteriori benefici anche dall’apporto di potassio che non solo fornisce energia al corpo e ai muscoli, ma regola anche la distribuzione del sangue tra le cellule, aiutando la circolazione e prevenendo l’arteriosclerosi, infarti e ictus.

Infine, non meno importanti sono le proprietà antiossidanti di questo frutto tropicale: l’ananas aiuta a mantenere più giovane, sana e luminosa la pelle, prevenendo le rughe e combattendo i danni causati dai raggi del sole.

Fortunatamente oggi la frutta può essere consumata fresca in quasi tutti i periodi dell’anno, per questo motivo, il consiglio è quello di fare il pieno d’ananas soprattutto in estate!
 

Come si riconosce un ananas maturo?

Sapreste riconoscere un ananas maturo al punto giusto?

Perché un ananas possa dirsi maturo, il suo profumo deve essere fruttato e invitante, il colore delle sue foglie di un verde brillante e la buccia dev’essere di colore giallo-oro e  piuttosto elastica  (più la buccia è elastica più il frutto è maturo).

Un metodo infallibile per verificare se il frutto è al giusto punto di maturazione è quello di provare a staccare una foglia dal pennacchio: se viene via facilmente l’ananas è pronto per essere mangiato!

L’ananas andrebbe consumato il giorno stesso in cui lo si acquista, o al massimo nel giro di pochi giorni. Per preservare la sua freschezza è bene non metterlo in frigo, in quanto necessita di una temperatura non inferiore ai 7°C.

03 Agosto 2018