Proprietà e benefici del pistacchio

Alimentazione
proprieta e benefici del pistacchio

Il termine pistacchio è utilizzato indistintamente sia per indicare la pianta Pistacia Vera, originaria della Persia, sia per indicare i suoi semi, quelli che solitamente consumiamo.
In commercio possiamo trovare i pistacchi sia freschi sia tostati al naturale o salati. L’utilizzo in campo gastronomico di questi semi, specialmente freschi, è molto diversificato: si tratta, infatti, di un ingrediente straordinario perché capace di caratterizzare, con il suo aroma e la sua consistenza, un piatto di pasta, o di dare croccantezza alla panatura di una fettina di carne o al tonno, come nella preparazione, ed esmpio, di deliziosi bocconcini di tonno in crosta di pistacchi. Sono ottimi anche in abbinamento alle verdure, per aggiungere un tocco particolare a diversi piatti, come ad esempio nella ricetta delle terrine di zucchine ripiene di caprino e pistacchi preparate in Grand Chef Evolution, o ancora per rendere gustose alcune preparazioni dolci come creme, granite o gelati.

Il pistacchio possiede, inoltre, alcune straordinarie proprietà benefiche per il nostro organismo: è ricco di antiossidanti e rappresenta un ottimo alleato per la salute degli occhi e per prevenire disturbi cardiovascolari.

 

Proprietà e benefici del pistacchio

Il pistacchio si differenzia da altri semi oleosi perché presenta una buona quantità di sostanze antiossidanti come la luteina, il betacarotene e i tocoferoli. Il consumo regolare di pistacchi fornisce un prezioso apporto di sali minerali, come il fosforo, il calcio, il potassio ed il ferro, e di vitamine del gruppo B ed E. Per questo motivo il pistacchio costituisce un alimento efficace per:

  • abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue: il pistacchio, infatti, grazie all’elevato contenuto di fitosteroli e di grassi monoinsaturi e polinsaturi, è in grado di regolare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e di ridurre sensibilmente il rischio di contrarre malattie cardiovascolari;
  • prevenire i tumori: il contenuto elevato di antiossidanti garantisce un aiuto importante nella lotta ai tumori. Gli antiossidanti proteggono le cellule dai danni che solitamente causano i radicali liberi;
  • proteggere la salute del cuore: l’azione vasodilatatrice, favorita dalla presenza di vitamina E, rende i pistacchi dei validi alleati per la salute del cuore;
  • migliorare le funzionalità del nostro sistema nervoso: il contenuto elevato di vitamina B6 è essenziale per il miglioramento di diverse funzioni del nostro sistema nervoso. Essa permette la sintetizzazione della mielina, la sostanza che scherma il sistema nervoso favorendo la comunicazione tra i neuroni;
  • proteggere la vista: i pistacchi contengono due importanti sostanze carotenoidi, la zeaxantina e la luteina, che migliorano la salute generale degli occhi prevenendo l’insorgere di problemi alla vista.

 

Quali sono le controindicazioni dei pistacchi?

A causa dell’alto contenuto calorico i pistacchi sono un alimento da assumere con moderazione, soprattutto per le persone con problemi di ipertensione o di diabete di tipo 2. Va detto che, se inseriti all’interno di una dieta alimentare bilanciata accompagnata da una moderata attività fisica, i pistacchi possono essere tranquillamente consumati, sempre con moderazione, da persone che non presentano i problemi sopracitati.

La presenza dei pistacchi negli alimenti o nelle ricette già pronte deve essere per legge espressamente indicata sull’etichetta perché potrebbe causare problemi a soggetti allergici alla frutta a guscio.

23 Ottobre 2018