Tè matcha giapponese: una varietà pregiata di tè verde

Benessere
perche dovresti bere il te matcha   grand chef evolution

Il tè matcha è una qualità di tè verde coltivata esclusivamente in Giappone. Le sue foglie, una volta essiccate, vengono macinate in mulini in pietra e trasformate in una polvere sottile che conserva tutto il profumo e il colore verde brillante delle sue foglie.
Molti storici sono concordi sul fatto che il tè matcha sia originario della Cina e che, solo in seguito, iniziò ad essere impiegato durante la cerimonia del tè anche in Giappone diventando poi la medicina miracolosa giapponese utilizzata soprattutto nelle corti e dai guerrieri samurai.

Ad oggi, per le sue straordinarie proprietà benefiche continua ad essere una delle bevande più consumate al mondo. Grazie all’elevata presenza di antiossidanti e dell’amminoacido L-Teanina il tè matcha favorisce il mantenimento di uno stato di calma, aumentando le facoltà relative all’apprendimento e alla concentrazione. Queste proprietà, inoltre, conferiscono al tè matcha un sapore dolce e leggero che lascia in bocca solamente un lieve retrogusto amaro.
A differenza del normale tè verde, questo tè viene preparato per sospensione e non per infusione: dopo aver messo la polvere di tè in una tazza, si aggiunge acqua calda e, come vedremo a breve, eventualmente anche del latte.

Perché il tè matcha è diverso dal normale tè verde?

Il tè matcha si distingue dalle altre varietà di tè verde sia perché viene trasformato in polvere sia per le tecniche utilizzate per la sua coltivazione. Tre settimane prima del raccolto, infatti, le piante di tè matcha vengono riparate dal sole e coperte in modo che possano rilasciare un quantitativo maggiore di L-Teanina. Uno studio pubblicato sulla rivista Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition ha dimostrato che il consumo di questo amminoacido:

  • Aumenta la calma: l’elevata presenza della teanina riesce a bilanciare il quantitativo di caffeina presente nel tè matcha, e pertanto contribuisce a migliorare lo stato di calma del nostro sistema nervoso riuscendo al tempo stesso a fornire energia;
  • Potenzia l’attenzione e la concentrazione: la teanina, agendo sui neurotrasmettitori, attiva le onde alfa cerebrali, in tal modo produce serotonina e dopamina, sostanze che migliorano l’umore e aumentano l’attenzione.

Il tè matcha si differenzia anche per l’alto contenuto di antiossidanti che aiutano a prevenire e combattere l’invecchiamento delle cellule e hanno un effetto disintossicante e drenante. Grazie alla presenza di catechine, in particolare dell’epigallocatechina gallato (EGCG), rispetto al normale tè verde questa varietà aiuta a:

  • Rinforzare il sistema immunitario: l’EGCG contrasta la crescita di virus come quelli dell’epatite B e C. Inoltre, il tè matcha è ricco di potassio, vitamina A e C, ferro, proteine e calcio;
  • Contrastare il cancro: l’azione antiossidante, secondo una ricerca condotta dall’Harvard American School, ridurrebbe il rischio di contrarre forme di cancro alla pelle, al seno e al colon;
  • Perdere peso e abbassare i livelli di colesterolo: la presenza di catechine è, infine, utile per ridurre il colesterolo LDL, soprattutto negli uomini, e per combattere malattie legate all’obesità, come il diabete mellito di tipo 2.

Come preparare una tazza di latte al tè matcha

Il latte al tè matcha è una bevanda che sta riscuotendo sempre più successo anche in Italia e che non richiede particolare impegno per la preparazione. Infatti vi basterà versare in una ciotola del tè matcha e mescolarlo energicamente con dell’acqua abbastanza calda. A questo scopo potete utilizzare il Chasen, una spatola in bambù che i giapponesi usano come frustino proprio per mescolare il tè matcha, e che è facilmente reperibile in commercio, o in alternativa il classico frustino elettrico usato per la preparazione dei dolci.
Servendovi di una tazza in ceramica o di un bicchiere alto potrete aggiungere al composto appena preparato del latte a freddo o in alternativa montandolo caldo per ottenere un effetto spumoso, proprio come al bar!

14 Aprile 2019