Bicarbonato nei dolci al posto del lievito chimico

Alimentazione
posso sostituire il lievito con il bicarbonato nei dolci grand chef evolution

Quante volte vi sarà capitato di voler preparare un dolce all'improvviso, ma non avendo del lievito in casa avete deciso di rinunciare? Noi di Grand Chef Evolution vogliamo svelarvi un segreto: sapevate che aggiungendo bicarbonato nei dolci si favorisce la lievitazione?

Il bicarbonato di sodio non manca quasi mai nelle nostre case perché è davvero un elemento versatile che si presta a mille usi. Fin dall'antichità veniva utilizzato per le pulizie e ancora oggi c'è chi lo preferisce ai comuni detersivi perché efficace e contemporaneamente naturale.
Le mille proprietà di questo prodotto si esaltano particolarmente in cucina, quando lo si utilizza per eliminare il retrogusto amarognolo di alcune verdure (broccoli, scarola, indivia, etc) o per ridurre l'acidità dei pomodori. Il bicarbonato di sodio può essere usato in preparazioni sia dolci che salate ed è l'ideale per la realizzazione di torte e biscotti.
 

Perché si sceglie la lievitazione con bicarbonato di sodio?

Vi sarà capitato sicuramente, seguendo il procedimento di preparazione di una ricetta, di aggiungere bicarbonato nei dolci. Va detto che, di per sé, il bicarbonato di sodio non è un agente lievitante, ma per poterne sfruttare l'efficacia nelle preparazioni di dolci bisogna associarlo ad un ingrediente acido.
Il bicarbonato di sodio, infatti, è una sostanza basica e, come tale, a contatto con sostanze acide scatena una reazione chimica attivata da un liquido o dal calore e, decomponendosi, produce anidride carbonica, rendendo l’impasto soffice e leggero.

Molti chef e pasticcieri ci tengono a sottolineare che nella classica bustina di lievito chimico, che solitamente acquistiamo al supermercato per preparare i nostri dolci, sia già presente tutto l'occorrente per dare avvio al processo di lievitazione. Dunque, l'aggiunta del bicarbonato di sodio sarebbe più che altro superflua.
Ma allora perché si sceglie la lievitazione con bicarbonato di sodio?
In realtà il bicarbonato viene talvolta inserito nelle ricette di dolci anche quando è previsto l'utilizzo di lievito chimico perché conferisce maggior fragranza al composto, in modo particolare quando si preparano le frolle o i biscotti, o quando si tratta di impasti “pesanti”, come nelle ricette americane.

Attenzione però: ricordatevi sempre di setacciare la polvere di bicarbonato di sodio prima di utilizzarla nelle vostre ricette. In questo modo non si rischierà di far formare dei grumi nel composto.
 

Cosa si rischia usando il bicarbonato nei dolci?

Scegliere la lievitazione con bicarbonato di sodio può risultare rischioso se non si è pratici o se non se ne dosano bene le quantità. Il bicarbonato di sodio, infatti, se mal dosato, può provocare una veloce lievitazione che però collassa improvvisamente.
Trattandosi di una sostanza basica, inoltre, il bicarbonato di sodio influisce sul gusto dell’impasto, rendendo il sapore dei dolci più astringente.

Se avete da tempo un barattolo di bicarbonato di sodio in casa assicuratevi che non abbia perso la sua efficacia prima di utilizzarlo. Come? Fate bollire dell’acqua in un pentolino e spegnete il fuoco quando ha raggiunto l’ebollizione. A questo punto aggiungete un cucchiaino di bicarbonato: se si verifica immediatamente una reazione effervescente il bicarbonato di sodio è ancora utilizzabile, se, invece, va a depositarsi sul fondo del pentolino difficilmente vi sarà di aiuto per la lievitazione dell’impasto.

02 Agosto 2017