Cumino: una spezia curativa dai mille benefici

Benessere
quali sono i benefici del cumino per la salute grand chef evolution

Chi ama sperimentare nuovi ingredienti in cucina sarà sicuramente felice di scoprire che il cumino è una spezia che oltre a conferire un sapore particolare ai piatti fa allo stesso tempo bene alla salute!

Il cumino è una spezia originaria della Siria che negli anni si è diffusa in tutta l’area del Mediterraneo orientale e dell'India. Questa spezia ha semi piccoli generalmente con forma ovale allungata ed un guscio duro dal colore marrone con sfumature color oro.

Occorre fare attenzione a non confonderla con altre spezie simili ma che presentano forma e sapore spesso molto diversi da quelli del cumino vero e proprio:

  • Il bunium persicum presenta semi più lunghi e curvi con tonalità di colori che vanno nel grigio. Difficilmente lo troverete in commercio in quanto non è molto diffuso al di fuori dell’India e del Tagikistan;
  • Il cumino nero bengalese presenta, come suggerito dal nome stesso, semi neri a forma piramidale ed è solitamente usato in aromaterapia;
  • Il carvi, conosciuto anche come cumino dei prati, ha dei semi più scuri e piccoli ed il sapore è piuttosto diverso. Il carvi si è diffuso in Europa per il suo gusto meno piccante che spesso lo fa preferire al cumino vero e proprio.

Pronti per essere consumati a tavola, i semi di cumino, ricavati dall’essicazione dei fiori della sua pianta, possono essere gustati interi o anche macinati. Sebbene il cumino non sia spesso impiegato nei piatti della cucina italiana, è uno dei principali ingredienti del curry ed è inserito in molte preparazioni diffuse nel sud America o nel sud della Spagna. Il cumino conferisce un sapore davvero particolare alle preparazioni e sembra che i benefici di questa spezia sulla nostra salute fossero già conosciuti nell’antichità, considerato il largo utilizzo che se n’è fatto in passato in India e nell’Asia orientale.
 

Cosa cura il cumino?

Il cumino è la spezia ideale per la cura naturale di diversi disturbi o patologie. Gli effetti benefici sulla nostra salute sono conosciuti fin dai tempi antichi, quando veniva impiegato per curare e alleviare principalmente il mal di pancia e il mal di testa.

A causa del suo sapore amaro e pepato, il cumino viene impiegato di rado nelle ricette di cucina italiana, anche se molte persone stanno cominciando a comprendere quanti benefici si possono ricavare da un consumo regolare di questa spezia.

Le straordinarie proprietà del cumino, infatti, lo rendono un prezioso alleato della nostra salute: l’alta presenza di antiossidanti, come vitamine del gruppo A, B, C ed E ne fa un alimento ideale per stimolare le difese immunitarie, ridurre l’azione dei radicali liberi e prevenire l’invecchiamento cellulare.

Anziani e bambini possono ricavare dalle proprietà del cumino un’importante protezione per il loro organismo. Sali minerali, quali potassio, calcio, sodio, fosforo, magnesio e ferro sono, infatti, elementi fondamentali per la crescita del bambino e per il rafforzamento delle difese degli anziani: è possibile ottenere il massimo dal cumino preparando degli infusi, delle tisane o consumandolo in polvere.

Uno studio riportato sul periodico University Health News, che raccoglie ricerche effettuate da istituti sanitari americani, sostiene che il cumino ha un effetto positivo sull’abbassamento dei livelli di colesterolo cattivo nel sangue e dei trigliceridi che sarebbe dovuto alla presenza di acidi grassi essenziali, polifenoli e flavonoidi.

Quando mangiare il cumino?

  • Il cumino andrebbe consumato quando si avvertono forti mal di testa per alleviare il dolore;
  • Gli anziani che hanno problemi di anemia possono ricavare dal cumino un’importante fonte di ferro e manganese utili per favorire la produzione di globuli rossi;
  • I bambini o gli adolescenti possono ottenere un buon apporto di fosforo dal consumo del cumino in polvere per rinforzare le abilità cognitive;
  • Le persone che soffrono di colesterolo possono sfruttare l’azione degli acidi grassi essenziali e dei flavonoidi per ridurre i livelli di colesterolo LDL e migliorare la circolazione sanguigna;
  • Considerato l’elevato contenuto di potassio, potrebbe essere utile mangiare il cumino quando si avvertono dolori addominali o muscolari;
     

Usare il cumino per dimagrire e sentirsi meno gonfi

Le eccezionali proprietà del cumino rendono questa spezia anche un efficace aiuto per chi vuole dimagrire. Uno studio condotto da un’università iraniana ha dimostrato che il consumo giornaliero di 3 grammi di cumino consente di bruciare più velocemente il grasso in eccesso.

Inoltre, chi ha una digestione lenta può scegliere di consumare una tisana con semi di cumino oppure aggiungerlo, in polvere, a zuppe o frullati.

17 Marzo 2018