Proprietà benefiche dei semi di lino

Benessere
quali sono le proprieta benefiche dei semi di lino   grand chef evolution

Seguire un'alimentazione corretta è fondamentale per contrastare i principali problemi che possono interessare il nostro organismo. Una dieta varia ed equilibrata dovrebbe prevedere anche l'inserimento di fibre vegetali di qualità.

Le fibre, infatti, hanno il potere di:

  • Equilibrare i livelli di colesterolo nel sangue, riducendo l'influenza del colesterolo cattivo LDL;
  • Riequilibrare la flora intestinale, riducendo di conseguenza i principali disturbi gastrointestinali,
  • Combattere efficacemente l'obesità, favorendo sia la perdita di peso sia la riduzione dei rischi connessi alle patologie cardiovascolari.
     

Questi semi sono il prodotto della pianta di lino, il Linum usitatissimum, originaria dell'Egitto, oggi coltivata in tutto il mondo.

Le prime coltivazioni risalirebbero ai Fenici che sfruttavano la pianta per ricavare preziose fibre tessili. Dalla pianta di lino è possibile, infatti, ottenere tessuti, carta, medicinali e prodotti alimentari.

Esistono due varietà di semi di lino principali, che presentano grossomodo le stesse  proprietà nutrizionale e sono in grado di apportare gli stessi benefici:

  • I semi di lino gialli, anche detti golden;
  • I semi di lino marroni.
     

Le proprietà benefiche sul nostro organismo degli alimenti ricchi di fibre vegetali sono molteplici. Il loro consumo è ideale in particolar modo per le persone che seguono una dieta vegana e necessitano di alimenti completi, ricchi di numerosi nutrienti.
 

Principali proprietà e benefici dei semi di lino

I semi di lino possono essere utilizzati in diversi modi per trarre il massimo beneficio per la nostra salute.

L'inserimento di questo alimento all'interno di una dieta equilibrata comporta:

  • Un aumento degli acidi grassi essenziali omega 3;
  • L'incremento di notevoli quantità di vitamine del gruppo B ed E.
     

Abbiamo già ampiamente parlato dei benefici degli omega 3 sul nostro organismo. Qui ricordiamo che una maggiore assimilazione degli acidi grassi essenziali aiuta a combattere l'obesità e a ridurre i rischi di patologie cardiovascolari, oltre a rivelarsi utile nel trattamento dell'ipertensione e dell'osteoporosi.

L'apporto fornito dai semi di lino diventa ancora più importante considerando che in essi sono presenti altri nutrienti che rafforzano i benefici sul nostro organismo degli acidi grassi essenziali.

I semi di lino aiutano a combattere la stipsi: è possibile, assumendoli crudi, tritati o sciolti in un bicchiere d'acqua, ottenere un effetto lassativo. L'azione dei semi di lino è utile a riequilibrare la flora intestinale in quanto sono ricchi di mucillagini, fondamentali per la motilità intestinale.

Le notevoli quantità di vitamine del gruppo B ed E fanno sì che i semi di lino siano degli efficaci antiossidanti. In particolare, l'azione antiossidante delle vitamine E rafforza il sistema cardiovascolare e quello nervoso. Questa vitamina è in grado di combattere i radicali liberi e di ridurre la catena ossidativa che può portare all'insorgere di patologie anche gravi. È stata inoltre più volte comprovata da studi medici la sua azione inibitoria sul colesterolo cattivo presente nel sistema sanguigno.

I semi di lino hanno proprietà emollienti e protettive. È possibile, infatti, utilizzare i semi come infuso, in caso di:

  • Infiammazioni interne, ad esempio quelle delle vie urinarie;
  • Infiammazioni esterne, come quelle della pelle.
     

Questa proprietà, unita all'azione sui flussi sanguigni esercitata dagli altri nutrienti principali contenuti nei semi di lino, consente di ottenere numerosi benefici anche per la cute. Le zone del corpo maggiormente esposte ai fattori debilitanti dell'ambiente possono subire, infatti, numerosi danni o apparire secche. I semi di lino aiutano ad idratare i tessuti, rigenerandoli e a rafforzare il cuoio capelluto limitando il rischio di una caduta prematura dei capelli.

07 Giugno 2018