Alla scoperta dei Wagashi: Mochi giapponese

Tradizioni
cos e e come si prepara il mochi giapponese   grand chef evolution

La cucina giapponese presenta sapori ed ingredienti particolari, molto diversi da quelli che caratterizzano la tradizione culinaria occidentale. Quando pensiamo ad essa siamo soliti associarla alle preparazioni più note come il sushi, la tempura o il sashimi, anche se, grazie alla gran diffusione dei ristoranti giapponesi nel nostro Paese, stiamo imparando man mano a scoprire altre particolari ricette, come il katsudon e il takoyaki.

Molti ristoranti giapponesi non servono dessert. I Wagashi, la classica pasticceria giapponese, vieneAlla scoperta dei Wagashi: Mochi giapponese per lo più consumata in casa accompagnata principalmente da tè. Esistono diverse tipologie di Wagashi, come ad esempio:

  • I Mochi giapponesi, un dolce tipico preparato con la farina di riso glutinoso;
  • Palline di pasta chiamate Tsukimidango, solitamente accompagnate con marmellata e cioccolato;
  • I famosissimi Dorayaki: una sorta di pancake fritto da farcire con marmellata e cioccolato;
  • Palline golose chiamate O-hagi, una variante dei mochi citati in precedenza, che presentano un impasto più consistente sotto al palato e una farcitura alla marmellata.
     

Dolci giapponesi con farina di riso: Mochi giapponesi

Se sei alla scoperta di un dolce nuovo da preparare per stupire i tuoi bambini oggi su Grand Chef Magazine scopriremo cosa sono i mochi, un dolce di riso giapponese.

Il Mochi giapponese è un dolce tipico preparato con riso glutinoso seguendo un rito particolare che prende il nome di mochitsuki. Si tratta di un vero e proprio cerimoniale svolto solitamente in coppia: dopo aver cotto il riso glutinoso, una persona lo pesta accuratamente con il martelletto (Kine) in un mortaio (chiamato Usu), mentre l'altra umidifica il preparato di mochi, per realizzare una pasta bianca, morbida e appiccicosa.

Quando la pasta nel mortaio assume una consistenza collosa è il momento di tagliarla e di darle la tipica forma tondeggiante di questo dolcetto.

Il mochitsuki viene oggi praticato solamente durante eventi particolari perché richiede notevole coordinazione nella copia che lo esegue ed appare molto laborioso. Per produrre mochi giapponese velocemente sono state inventate delle macchine che hanno automatizzato e velocizzato il procedimento di pestaggio del riso.

I mochi giapponesi, così come altri Wagashi, sono realizzati solitamente in monoporzione. La cultura giapponese ricerca nelle preparazioni dei dolci la perfezione nel connubio tra bellezza e bontà. I Wagashi sono realizzati con ingredienti semplici, ma vengono considerati una vera e propria opera d'arte.

Questo dolce di riso giapponese ha un aspetto molto invitante tanto che vi verrà subito voglia di assaggiarlo.
 

Varianti e dolci simili ai mochi giapponesi

Il mochi giapponese spesso non viene consumato singolarmente, ma può essere servito in tanti modi, ad esempio accompagnato da gelato al gusto maccha o da cioccolato e caramello.

Viene solitamente utilizzato come pasta o ingrediente di base per realizzare altri dolciumi caratteristici, fra cui:

  • Il daifuku, ovvero mochi ripieno di marmellata (solitamente Anko o Azuki);
  • Lo yomogi mochi, il classico mochi insaporito con delle foglie di Artemisia ("yomogi");
  • Gli O-hagi, preparati in autunno con ingredienti freschi e tipici di questa stagione. Si tratta di una variante preparata con marmellata di Azuki e ricoperta con sesamo.

Un dolce molto simile al Mochi giapponese è il Niangao, una torta cinese. La similitudine tra queste due preparazioni è data sia dal fatto che solitamente si consumano entrambi come dolce tradizionale del Capodanno, sia dagli ingredienti, in quanto sono entrambi preparati con farina di riso glutinoso. Il Niangao però viene cotto una seconda volta dopo la sua realizzazione ed appare molto più compatto del Mochi giapponese.
 

Credenze legate al dolce di riso giapponese

Secondo la tradizione nipponica chi mangia i mochi giapponesi riceve una particolare energia per il proprio corpo. Questa credenza è in parte dovuta alle caratteristiche e ai valori nutrizionali di questo dolce di riso che è molto energetico, molto calorico e difficile da digerire.

Si crede, inoltre, che mangiando il mochi giapponese una persona riceva un potere soprannaturale posseduto dallo spirito del riso.

23 Agosto 2017