Scopri come preparare: Alici dorate e fritte Guarda la videoricetta

Alici dorate e fritte

Secondo
Con Grand Chef Evolution potete preparare le alici indorate e fritte con l'impiego di pochissimo olio, in modo più salutare ma senza rinunciare al gusto. E con la panatura di pangrattato e timo le vostre alici saranno ancora più croccanti!
Procedimento

Per preparare le alici indorate e fritte, per prima cosa pulire le alici eviscerandole e privandole della testa.

Con l'aiuto di un mixer preparare una panatura di pangrattato e timo; passare quindi le alici nella panatura premendo bene su entrambi i lati in modo che aderisca bene.

Porre le alici impanate nella placca del Grand Chef Evolution e ungerle di olio con l'aiuto di uno spruzzino per olio.

Cuocere nel Grand Chef Evolution secondo scheda tecnica, girandole a metà cottura, finché non saranno dorate in superficie.

Non possiedi Grand Chef Evolution per realizzare questa ricetta?
Scopri come averlo

Alici indorate e fritte: come pulirle prima della cottura

Probabilmente tra le più apprezzate ricette con le alici, questa preparazione diventa ancora più semplice con Grand Chef Evolution; il suo innovativo metodo di cottura consente, inoltre, di friggere in modo sano grazie al ridottissimo uso di olio.

Nella preparazione della ricetta delle alici indorate e fritte, come abbiamo visto, il primo passo è quello di pulire accuratamente questi pesciolini. Per questa operazione può risultare utile indossare dei guanti in lattice. La procedura è piuttosto semplice:

  1. Sciacquate le alici sotto l'acqua fredda corrente, scolatele e ponetele in un piatto;
  2. Tenete l'alice con i polpastrelli all'altezza delle branchie e staccate via la testa tirandola verso di voi;
  3. Insieme alla testa tendono a venire via anche le interiora: assicuratevi di averle eliminate completamente;
  4. Sciacquate bene sotto acqua corrente.

    Se le alici sono piccole possono essere fritte e mangiate intere perché le spine risulteranno molto tenere e non è quindi necessario eliminarle. Se invece volete eliminare anche la lisca centrale potrete friggere le alici indorate e fritte anche aperte; in tal caso dovrete completarne la pulizia in questo modo:
     
  5. Inserite il pollice dal lato in cui avete tolto la testa e fatelo scorrere lungo la lisca fino alla coda, aprendo l'alice a libro;
  6. Staccate delicatamente la lisca centrale partendo dal lato della testa fino alla coda che non andrà eliminata.

Come riconoscere la freschezza delle alici

Per preparare al meglio le alici indorate e fritte è indispensabile acquistare il pesce molto fresco. Ma come possiamo capire se le alici sono fresche o meno? Ecco alcuni indicatori inequivocabili:

  • gli occhi delle alici devono avere un aspetto vivo e brillante con pupilla nera;
  • le carni dovranno essere sode ed elastiche; se prese in mano la coda dovrà rimanere rigida;
  • l'odore che emanano dovrà essere delicato e gradevole.

Qualche curiosità sulle alici

Le alici sono pesci azzurri di dimensioni piuttosto ridotte: la loro lunghezza oscilla infatti tra i 10 e i 15 cm, anche se in alcuni casi può raggiungere anche i 20 cm. Ha un corpo affusolato, piuttosto snello, testa grande e appuntita con occhi in posizione piuttosto avanzata e una bocca grande, che arriva oltre gli occhi, con il labbro inferiore più corto di quello superiore. Il dorso è di colore nero-azzurro, i fianchi argentei e il ventre di colore tendente al bianco.

Spesso si crede che l'alice e l'acciuga siano pesci differenti, in realtà si tratta di due termini che indicano la stessa specie, il cui nome scientifico è Engraulis encrasicolus. Il termine "alice" deriva dal latino "hallex", che indica una salsa fatta con le interiora di pesce, ed ha origine nell'Italia meridionale. Il termine "acciuga", invece, deriva dal latino volgare "apiua" o "apiuva" e dal greco "aphýē" che indica un piccolo pesce, e si è poi trasformato nel passaggio nei dialetti regionali; viene maggiormente utilizzato per indicare i pesci conservati sotto sale.

Il consiglio dello chef

I tempi di cottura sono orientativi e possono variare a seconda della dimensione delle alici; quando appaiono dorate vuol dire che sono pronte.

Al posto della classica impanatura di farina utilizziamo del pangrattato frullato con del timo. Questo donerà alla frittura una consistenza ancora più croccante e gustosa.

Se volete servire in tavola una frittura varia e ancora più sfiziosa, con la procedura appena illustrata potete cuocere insieme alle alici anche i gamberetti fritti.