Scopri come preparare: Zuppa di frutti di mare Guarda la videoricetta

Zuppa di frutti di mare

Secondo
La zuppa di frutti di mare misti, o zuppetta, è un piatto molto semplice da realizzare ma altrettanto gustoso, da consumare come piatto unico o, in porzioni più piccole, come antipasto. Nel Grand Chef Evolution possiamo realizzare la zuppetta di mare usando pochissimo olio, esaltando, così, il gusto naturale degli ingredienti.
Procedimento

Prima di procedere alla preparazione vera e propria bisogna controllare le conchiglie e scartare quelle aperte o rotte, quindi metterle a spurgare per almeno due ore in acqua salata; trascorso questo tempo si può cominciare la cottura della nostra zuppa di frutti di mare misti.

Inserire direttamente nella pentola di vetro del Grand Chef Evolution (senza utilizzare griglie o teglie) un po’ d’olio e gli spicchi d’aglio spaccati a metà, quindi impostare a 260°, Fan alta, 10 minuti e premere Start.

Far rosolare l’aglio e dopo 5 minuti aggiungere il basilico, i pomodori pelati e cuocere per altri 5 minuti mescolando un paio di volte.

Trascorsa la prima fase di cottura inserire i frutti di mare e cuocere per altri 12 minuti secondo scheda tecnica, mescolando ogni 3 minuti.

Una volta pronta la zuppa di frutti di mare, servirla in terrine monoporzione di terracotta accompagnandola con dei crostini di pane cotti precedentemente nel Grand Chef Evolution.

 

Non possiedi Grand Chef Evolution per realizzare questa ricetta?
Scopri come averlo

Ricette con frutti di mare: cosa c'è da sapere?

Le ricette con frutti di mare sono un caposaldo della cucina marinara italiana, impareggiabili per gusto, facilità di preparazione e caratteristiche nutrizionali. Ma che si intende per frutti di mare?
Vengono considerati frutti di mare i molluschi bivalvi, ossia quelli che hanno una conchiglia esterna composta da due valve, e che comprendono:

  • Cozze;
  • Telline;
  • Fasolari;
  • Cannolicchi;
  • Capesante;
  • Ostriche;
  • Vongole.

In realtà spesso si tende a considerare sotto questo nome anche altri tipi di molluschi, come quelli monovalvi (come le lumache di mare, le chiocciole e le patelle) e i cefalopodi, quei molluschi cioè che hanno la conchiglia interna, come ad esempio le seppie, i calamari e i polpi.

Anche i crostacei, come aragoste, astice, gamberi, scampi e granchi, vengono impropriamente compresi nei frutti di mare. I crostacei non sono molluschi, ma animali acquatici invertebrati appartenenti alla famiglia degli Antropodi. Si trovano quasi esclusivamente in acqua salata e si caratterizzano per la presenza di una corazza che ne protegge torace e testa, detta carapace, e di due paia di appendici, le antenne. Pur essendo una specie a sé stante, i crostacei sono spesso cucinati insieme ai frutti di mare in quanto i loro sapori si sposano perfettamente. Inoltre, come la zuppa di frutti di mare, anche la zuppa di crostacei è un piatto davvero gustoso e saporito!

 

Dieta, salute e valori nutrizionali dei frutti di mare

I frutti di mare sono un alimento sano, leggero e dalle eccezionali proprietà. Dal punto di vista nutrizionale possono essere paragonati alla carne ed al pesce. Prima di preparare la tua ricetta con frutti di mare, ecco cosa devi sapere sui valori nutrizionali di questo alimento.

Perché i frutti di mare fanno così bene?
Sono un alimento molto ricco di proteine di alta qualità e di vitamine, tra cui la vitamina A e la vitamina B12, essenziale per la sintesi dei globuli rossi. Contengono inoltre sali minerali, quali:

  • Fosforo;
  • Iodio;
  • Ferro;
  • Potassio(il contenuto di ferro è tre volte superiore a quello della carne).

Contengono zinco, fondamentale per la crescita e per il sistema immunitario, e selenio, un importantissimo antiossidante.
I grassi sono costituiti principalmente da omega 3, ossia acidi grassi polinsaturi. La presenza di grassi "buoni" contribuisce a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e l'aterosclerosi, è un ottimo supporto per la memoria e nei periodi di forte stress intellettuale, e aiuta a dimagrire. A causa dell'alto contenuto di sodio i frutti di mare sono sconsigliati ai soggetti ipertesi e alle donne in gravidanza e vanno evitati in caso di ipertiroidismo per la presenza di iodio, e a chi soffre di allergie ed intolleranze alimentari.

I frutti di mare respirano e si nutrono filtrando l'acqua di mare di cui trattengono non solo il plancton ma anche virus e batteri potenzialmente dannosi per la nostra salute. Per questo motivo, i frutti di mare devono essere consumati ben cotti e solo se rispettano le norme sanitarie e recano un'etichetta che ne indichi la varietà, la provenienza e la data di scadenza.

 

Come capire se i frutti di mare sono freschi

Quando prepariamo la nostra zuppa di frutti di mare o altra ricetta è importante capire prima di acquistarli se sono vivi. Se sono morti infatti possono contenere alte cariche di microbi. Un frutto di mare vivo ha:

  • La conchiglia chiusa o socchiusa ma che si chiude appena viene toccata;
  • Il mollusco ben attaccato alla conchiglia;
  • La conchiglia di colore brillante, lucida e pesante come un piccolo sasso;
  • Il liquido interno limpido;
  • Un odore gradevole e delicato di mare.

 

Curiosità e miti da sfatare

  • I frutti di mare sottoposti a regolare trattamento di depurazione non sono meno saporiti di quelli non trattati, e il loro gusto non risulta alterato in alcun modo;
  • Il limone o l'aceto, usati come condimento dei frutti di mare, non sono in grado di distruggere in nessun modo eventuali virus o batteri presenti. L'unico modo è la cottura completa dei frutti di mare;
  • Si dice che i frutti di mare andrebbero mangiati solo nei mesi con la "R". Questo perché i frutti di mare si deteriorano facilmente con il caldo. Oggi con l'impiego dei frigoriferi, e con un po' di attenzione, è possibile gustare ottimi frutti di mare tutto l'anno!

Un metodo efficace e poco conosciuto per eliminare i residui di sabbia all'interno dei frutti di mare è immergerli per non più di mezz'ora in un recipiente con acqua e una cipolla cruda tagliata in quattro parti.

 

Zuppa di frutti di mare ricette nel mondo

Primi piatti e zuppe a base di frutti di mare appartengono alla tradizione culinaria di molte Regioni italiane, in particolare nelle zone costiere. Ma si trovano impiegati con diverse varianti anche al di fuori del nostro paese. In Portogallo, ad esempio, la zuppa di frutti di mare, o Caldeirada de Lulas à Madeirense, è insaporita con zenzero e curry, oppure viene servita con verdura e pane in un piatto tipico detto Açorda de mariscos. Nella cucina francese la Bouziguese è una zuppa di frutti di mare condita principalmente con olio d’oliva ed erbe aromatiche. Anche in Irlanda troviamo una zuppa di frutti di mare, la Irish Seafood Chowder, arricchita con verdure e spezie. Ovunque vi troviate quindi, non preoccupatevi, c'è sempre una buona zuppa con frutti di mare da gustare!

Il consiglio dello chef

La cottura dei frutti di mare deve essere breve, praticamente dovrà durare giusto il tempo necessario all'apertura delle conchiglie. Quindi aumentando o diminuendo il timer in base ai frutti di mare scelti come ingredienti.