Scopri come preparare: Polpo arrosto Guarda la videoricetta

Polpo arrosto

Secondo
Il polpo arrostito è una ricetta sana, facile e veloce. Scopriamo come realizzarla in casa senza creare fumo e cattivi odori.
Procedimento
Non possiedi Grand Chef Evolution per realizzare questa ricetta?
Scopri come averlo

1. PULIRE IL POLPO

Per preparare il polpo arrosto procedere, per prima cosa, alla pulizia del polpo in questo modo: lavare accuratamente il polpo sotto il getto dell’acqua corrente; con le forbici staccare parzialmente la sacca della testa, rovesciarla come se fosse un calzino ed eliminare sotto l’acqua tutto il nero che si trova all’interno; staccare, quindi, la sacca con le interiora, evitando di romperla; praticare un’incisione al di sopra degli occhi ed eliminarli con una leggera pressione; eliminare, infine, anche il becco posizionato al centro dei tentacoli e risciacquare bene.

2. ARROSTIRE IL POLPO

Una volta pulito, disporre il polpo sulla griglia forata del Grand Chef Evolution allargando bene i tentacoli. Non aggiungiamo né sale né olio: il polpo risulterà comunque saporito perché la cottura nel Grand Chef Evolution sfrutta al meglio la sua naturale sapidità.
Dopo aver preriscaldato il Grand Chef Evolution per circa 3 minuti cuocere sulla griglia media secondo scheda tecnica.

Per la cottura del polpo possiamo programmare anche la funzione spray media. La funzione spray è molto importante in questo tipo di cotture perché ci consente mantenere umido il polpo e tenera la carne, permettendoci di arrostirlo senza seccarlo. Inoltre se volete donare al polpo quel caratteristico sentore di affumicatura tipico della brace, potete utilizzare un piccolo trucco: aggiungete sotto la griglia dei pezzi di carbone precedentemente bagnati leggermente.

A cottura ultimata tagliare il polpo arrosto in pezzi piccoli, lasciando qualche tentacolo un po’ più lungo per una presentazione migliore nel piatto.

POLPO ARROSTO: CALORIE E CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI 

Il polpo arrosto è una ricetta ricca di grassi omega 3, lipidi fondamentali per la nostra salute che arrecano innumerevoli benefici.
Si tratta di grassi polinsaturi che riducono i trigliceridi e i valori di pressione arteriosa. Il polpo è un alimento poco calorico: una porzione da 100 g apporta soltanto 57 kcal. Questo lo rende particolarmente adatto a chi segue un regime dietetico ipocalorico. Il polpo, inoltre, è ricco di proteine: circa il 10% del suo peso è costituito da questi nutrienti, mentre soltanto l’1,5% del peso è costituito da carboidrati.

Seppure povero di grassi, questo alimento è una ricca fonte di colesterolo: una porzione da 100 g ne contiene circa 70 mg (circa ¼ della massima quantità giornaliera raccomandata per un individuo adulto).

La concentrazione di sali minerali, quali potassio, ferro, calcio e fosforo è piuttosto elevata ma viene persa quando il polpo viene cucinato lesso, in quanto questi nutrienti vengono sciolti nell’acqua di cottura.

Il consiglio dello chef

COME CONDIRE IL POLPO ARROSTITO

Se volete rendere il polpo ancora più gustoso e saporito, dopo la cottura potete condirlo con un salmoriglio ottenuto mescolando olio d'oliva, aglio, origano o timo, e il succo di un limone.

COME AMMORBIDIRE LE CARNI DEL POLPO

Prima di procedere alla cottura del polpo arrosto è bene assicurarsi che le carni siano tenere. Il polpo può essere ammorbidito battendone le carni oppure mediante congelamento.
Congelare il polpo prima di cuocerlo è un ottimo metodo per ammorbidirne la carne. All'acquisto però assicuratevi che il polpo non sia già stato decongelato, in questo caso, infatti, potete cucinarlo direttamente.