Scopri come preparare: Petto di pollo ripieno di ricotta e basilico Guarda la videoricetta

Petto di pollo ripieno di ricotta e basilico

Secondo
Il petto è la parte più magra e digeribile del pollo ed è quindi il taglio più consigliato nelle diete. È molto versatile e può essere preparato in moltissimi modi, alcuni dei quali lo rendono particolarmente appetitoso e stuzzicante. Il petto di pollo ripieno con ricotta e basilico è uno di questi!
Procedimento

Innanzitutto disporre il petto di pollo intero su un tagliere, disossarlo eliminandone l’osso centrale e dividerlo in due metà. Praticare su ogni metà un taglio a tasca con il coltello, inserendolo all’interno della carne fin quasi alla fine del pezzo e spostando la lama leggermente a destra e sinistra per allargare la tasca. In una ciotola mettere la ricotta di pecora, un pizzico di sale, il basilico tagliato a pezzetti, quindi mescolare bene fino ad ottenere una consistenza cremosa. Mettere il composto così ottenuto in una sac-à-poche, inserirla nella tasca e riempire il petto di pollo lentamente. Effettuare la stessa operazione per entrambe le metà del petto di pollo. Una volta riempito, disporre il petto di pollo sulla teglia forata e programmare il Grand Chef Evolution in due stages, secondo scheda tecnica. Servire tagliando i petti di pollo in fette. Consigli dello Chef: Il tempo di cottura del pollo può variare in base al peso. A cottura ultimata la superficie del pollo dovrà risultare dorata e la carne tenera e ben cotta.

Non possiedi Grand Chef Evolution per realizzare questa ricetta?
Scopri come averlo

Petto di pollo: come si acquista

È possibile acquistare il petto di pollo già tagliato a fette senza pelle, ma lo si può anche trovare in commercio intero, con o senza pelle. La pelle è sicuramente la parte più grassa del petto di pollo per cui se si vuole ridurre il contenuto di grassi è buona norma eliminarla prima della cottura. Se la si elimina successivamente, infatti, la carne conserverà comunque una componente lipidica maggiore, dovuta al contatto dell'alimento con il liquido di cottura. Per capire se il petto di pollo che si va ad acquistare è fresco basterà assicurarsi che gli ossi siano flessibili e la pelle sia elastica, ben tesa e non ispessita.

Come cucinare il petto di pollo

Il petto di pollo è un alimento molto versatile, che si presta ad essere preparato con moltissimi metodi di cottura, quali ad esempio:

  • Alla piastra;
  • In padella;
  • Al forno;
  • Bollito o lessato;
  • Al vapore;
  • Alla griglia;
  • Ripieno.

Qualunque sia il metodo di cottura utilizzato è bene far sì che non si asciughi troppo e che diventi così stoppaccioso.

Come realizzare la tasca del petto di pollo ripieno

Una ricetta che rende il petto di pollo particolarmente gustoso è proprio quella del petto di pollo ripieno. È una ricetta molto veloce e semplice, anche se la realizzazione del taglio a tasca richiede un po' di attenzione. Ecco qualche consiglio:

  • Utilizzate un coltello ben affilato;
  • Il taglio praticato all'interno del petto deve essere orizzontale;
  • Quando inserite il coltello di piatto nel pollo, fate molta attenzione a non tagliare con la lama la superficie esterna dall'interno.

Differenza tra carne bianca e carne rossa

Dal punto di vista nutrizionale, la carne viene definita rossa o bianca in base alla maggiore o minore quantità di mioglobina contenuta. La mioglobina è una proteina presente nei muscoli dell'uomo e degli animali che ha la funzione di immagazzinare ossigeno in vista di sforzi muscolari, ed è quella che conferisce la colorazione rossa alla carne. Pertanto le carni rosse hanno una maggiore quantità di mioglobina rispetto alle carni bianche. La quantità di mioglobina, inoltre, aumenta con l'età dell'animale, è per questo che la carne di vitello viene considerata bianca mentre quella di manzo è a tutti gli effetti una carne rossa.

  • Carni rosse: ovini, caprini adulti, equini, bovini adulti, suini;
  • Carni bianche: pollo, tacchino e coniglio nonché vitello, agnello e capretto (parti magre).

Nei due tipi di carne il contenuto proteico è molto simile. Quello che le differenzia è soprattutto il contenuto di grassi, notevolmente inferiore nelle carni bianche rispetto alle carni rosse, così come il contenuto di colesterolo. In 100 g di petto di pollo saltato in padella, ad esempio, vi è un contenuto di lipidi di 0,9 g contro i 5 g del filetto di bovino adulto. Sia la carne rossa che quella bianca garantiscono un buon apporto di vitamine e contengono minerali importanti per il nostro organismo, quali fosforo, magnesio, potassio, zinco e ferro, anche se il contenuto di quest'ultimo è sicuramente inferiore nelle carni bianche rispetto a quelle rosse. Riferendoci all'esempio precedente, il filetto di bovino adulto ha un contenuto di ferro di 1,9 mg mentre quello del petto di pollo di appena 0,6 mg. Si tratta comunque di considerazioni di carattere generale. È necessario valutare di volta in volta la composizione degli alimenti che si vanno a consumare: un'ala di pollo cotta al forno con la pelle contiene infatti più lipidi che un filetto di bovino (ben 17,4 g), così come un pollo senza pelle cotto al forno ha un contenuto di ferro di 1 mg, assolutamente paragonabile a quello di una bistecca di maiale saltata in padella (1,2 mg). (dati FONTE: BDA - Banca dati di composizione degli alimenti per studi epidemiologici in Italia - www.bda-ieo.it)