Scopri come preparare: Peperoni piccoli ripieni Guarda la videoricetta

Peperoni piccoli ripieni

Secondo
Il peperone è un alimento molto versatile da impiegare in numerosissime ricette, dalle più semplici alle più elaborate: può essere consumato crudo ma anche cotto in padella, alla brace, al forno, e viene spesso preparato"mbuttunato" ossia ripieno. Scopriamo allora come cucinare nel Grand Chef Evolution i peperoni piccoli ripieni con pane raffermo, parmigiano, granella di mandorle e scamorza.
Procedimento

Sciacquare, asciugare e mondare i peperoni, quindi incidere la parte superiore ed eliminare i semi. In una ciotola preparare l’impasto con il pane raffermo già ammollato e strizzato, le uova, la scamorza tagliata a pezzetti, il parmigiano, la granella di mandorle ed un pizzico di sale.
Amalgamare il composto e impiegarlo per farcire i peperoni precedentemente svuotati.
Adagiare quindi i peperoni piccoli ripieni così ottenuti sulla teglia forata del Grand Chef Evolution e cuocere secondo scheda tecnica.

Non possiedi Grand Chef Evolution per realizzare questa ricetta?
Scopri come averlo

I peperoni: forme e colori diversi

Per realizzare i peperoni piccoli ripieni è consigliabile acquistare peperoni di dimensioni piuttosto ridotte, di forma allungata e soprattutto dal sapore dolce, non importa quale sia il colore. La pianta dei peperoni produce, infatti, frutti di moltissime varietà, ciascuna con le proprie peculiarità e il proprio sapore, e che si prestano quindi a realizzare ricette dalle caratteristiche differenti.
I peperoni possono essere classificati in base al livello di "piccantezza", in dolci o forti, in base alla forma, triangolare, conica, quadrata, a cuore, allungata, dalla superficie liscia o a coste, oppure in base al colore, che può andare dal rosso, al giallo, al verde. A seconda del colore dei peperoni cambiano le caratteristiche, dalle proprietà nutrizionali al sapore stesso. In linea generale possiamo dire che:

  • I peperoni gialli hanno una consistenza tenera e succosa e un sapore piuttosto dolce.
  • I peperoni rossi sono più croccanti e dal sapore più deciso rispetto a quelli gialli; hanno una maggiore consistenza e per questo saziano di più, divenendo così ottimi alleati contro la fame.
  • I peperoni verdi sono invece peperoni colti a maturazione non del tutto avvenuta, che sarebbero quindi diventati rossi o gialli se lasciati maturare, hanno un gusto amarognolo e vengono consumati preferibilmente cotti o sottoaceto. Possono causare problemi digestivi più facilmente dei loro fratelli rossi e gialli, e hanno in genere un costo inferiore proprio perché sono stati raccolti prima.

Corni e peperoncini rossi contro il malocchio: non è vero ...ma ci credo

Pare che il peperoncino rosso, oltre ad essere davvero buono da mangiare, abbia il potere di portare fortuna e sia un potente talismano contro il malocchio. Giunto nel '500 in Europa dall'America, il peperoncino, infatti, per la sua forma allungata e appuntita, è stato associato, nell'immaginario popolare, al corno, la cui simbologia e i cui poteri scaramantici appartengono dai tempi antichi a moltissime culture e civiltà.

Fin dalla preistoria, in età neolitica, le corna degli animali erano associate alla forza fisica e alla potenza, e venivano appese come portafortuna alle capanne. Grazie alla sua forma fallica inoltre il corno, e con lui il peperoncino, simboleggia la virilità e la prosperità, ed è quindi un amuleto in grado di allontanare le influenze negative.

Esistono tantissime leggende e tradizioni popolari legate al potere scaramantico del corno. In moltissime parti del mondo pratiche di magia, incantesimi e riti propiziatori hanno visto come protagonisti il corno ed il peperoncino. In Italia, e in special modo nelle regioni meridionali, si credeva che il peperoncino appeso in casa avesse il potere di scacciare via le invidie e il malocchio, e che due peperoncini rossi essiccati, posti sotto al cuscino, fossero in grado di "guarire" un marito infedele. In Abruzzo i contadini allontanavano la cattiva sorte appendendo alla porta di ingresso una treccia di peperoncino e a Napoli ancora oggi 'o curniciello è il portafortuna per eccellenza.

Ma affinché possa esercitare pienamente il suo potere magico, il cornetto deve avere alcune caratteristiche ben precise:

  • Deve essere rigido, storto e con la punta;
  • Deve essere un dono, non va quindi mai comprato per sé stessi;
  • Deve essere fabbricato a mano, così che l'artigiano possa riversarvi nella lavorazione tutti i suoi influssi benefici;
  • Deve essere rosso, il colore della fortuna e della vittoria;
  • Deve essere fatto di corallo, materiale a cui vengono attribuite proprietà benefiche contro il malaugurio.
Il consiglio dello chef

È possibile aggiungere all’impasto per la farcitura anche un filo d’olio.

Per preparare i peperoni piccoli ripieni si possono utilizzati peperoni rossi o verdi, ma bisogna assicurarsi che siano di sapore dolce (attenzione quindi a non acquistare quelli piccanti).

Una versione dal sapore un po' più forte, e sicuramente meno dietetica, prevede l'aggiunta al ripieno di uno spicchio di aglio tritato e di un po’ di pancetta tagliata a dadini, e un cucchiaio d'olio da versare sui peperoni prima della cottura.