Scopri come preparare: Fuselli di pollo con bacon Guarda la videoricetta

Fuselli di pollo con bacon

Secondo
Il pollo con bacon è un abbinamento gustoso e originale. Quando poi si parla di fuselli di pollo il successo a tavola è assicurato! La coscia è infatti la parte più contesa e invitante del pollo; questa ricetta prevede una bardatura con bacon tagliato sottile che la renderà ancora più saporita e appetitosa.
Procedimento

Per preparare i fuselli di pollo con bacon per prima cosa occorre eliminare la pelle esterna ed incidere la carne di ogni fusello con quattro tagli nel senso della lunghezza, uno per lato. Questa procedura ci aiuterà ad insaporire meglio la carne ed avere una cottura più veloce.

Avvolgere ogni fuso di pollo con una fetta di bacon tagliato sottile.

Disporre i fuselli bardati sulla teglia forata del Grand Chef Evolution, aggiungere il rosmarino e la salvia a pezzetti, un filo d’olio, un po’ di sale, un po’ di pepe macinato ed uno spicchio d’aglio tagliato a fettine sottili. Disporre quindi sulla griglia bassa del Grand Chef Evolution e cuocere secondo scheda tecnica.

Non possiedi Grand Chef Evolution per realizzare questa ricetta?
Scopri come averlo

Coscia di pollo: fusi e sovracosce

I fuselli di pollo si prestano a molti tipi di cottura: al forno, in umido, lessati per insalate, e possono essere arrostiti oppure farciti (in questo caso sarà necessario disossarli). Ma che cosa s’intende per fusello di pollo? E che differenza c'è con la coscia e la sovracoscia?

Per coscia di pollo si intende l'intero arto dell'animale, dall'attaccatura al dorso, e comprende femore, perone e tibia. La coscia è composta di due parti: la sovracoscia e il fuso (o fusello).

  • La sovracoscia è la parte superiore, ossia la zona del femore;
  • Il fuso è invece la parte inferiore fino al ginocchio, escluse zampe e artigli.

Disossare i fuselli di pollo

Alcune ricette, come questa del pollo con bacon, richiedono l'impiego di fusi disossati. È possibile eliminare l'osso dal pezzo di coscia con alcune semplici operazioni:

  1. Infilate un coltello ben affilato in corrispondenza della parte alta dell'osso;
  2. Staccate pian piano con il coltello la carne tutt'intorno all'osso con movimento circolare. Man mano che procedete con il taglio, abbassate la carne, fino ad arrivare all'altra estremità dell'osso;
  3. Rivoltate quindi la carne (come fosse un calzino) per portre all'esterno l'osso;
  4. Tagliate l'osso quanto più vicino possibile all'attaccatura della carne;
  5. Rivoltare nuovamente la carne del fuso che risulterà svuotata dall'osso e quindi pronta per essere riempita.

Con le mani o con forchetta e coltello?

I fuselli di pollo sono il taglio che meglio si presta ad essere mangiato con le mani. Ma che cosa dice il galateo a riguardo? È possibile mangiare il pollo con le mani? In certe circostanze... meglio non farsi cogliere impreparati!

Il pollo andrebbe mangiato sempre con forchetta e coltello, qualunque sia il pezzo che ci si trova davanti. È quindi poco consigliabile, in cene o pranzi importanti, servire le alette di pollo, perché sono piuttosto difficili da mangiare con le posate. Inoltre ciascun boccone di pollo va tagliato e mangiato subito, non è ammesso pulire prima tutta la porzione per poi mangiarlo al termine dell'operazione.

Ovviamente questo è il bon ton del pollo, ma qualche strappo alla regola è sempre consentito! Pare che finanche la Regina Margherita, in una cena ufficiale a Napoli, noncurante dell'etichetta, abbia mangiato una coscia di pollo con le mani...

Fuselli di pollo: valori nutrizionali

Come tutta la carne di pollo anche i fuselli hanno un buon contenuto di proteine e di sali minerali. Sono inoltre poveri di grassi (concentrati per la maggior parte nella pelle e quindi facilmente eliminabili) e sono masticabili e digeribili, ideali nel caso di diete ipocaloriche ed estremamente gustosi!

Diamo i numeri!

Dai dati riportati dalla BDA - Banca dati di composizione degli alimenti per studi epidemiologici in Italia (www.bda-ieo.it) risulta che, per 100 g di parte edibile, un fuso senza pelle contiene 18,5 g di proteine e 3,7 di lipidi che aumentano a 5,7 g nel caso di fuso con la pelle.

Pur trattandosi di un valore sicuramente superiore a quello di altri tagli del pollo (come ad esempio il petto di pollo senza pelle che contiene appena 0,8 g di lipidi per un contenuto proteico di 23,3 g), si tratta di un tipo di alimento magro e ad alto contenuto proteico, ricco di sostanze nutritive essenziali per la nostra salute. Si pensi, ad esempio, che nei fusi di pollo (senza pelle cotti al forno) il contenuto di ferro, per 100 g, è di 1,4 mg, lo stesso valore cioè presente nella lombata di bovino adulto.