Parola di Chef Ep.10 - Ricette con il salmone

Il salmone è un alimento sempre più diffuso sulle nostre tavole, ideale per antipasti, primi o secondi piatti di mare. Scopri come preparare ricette con salmone appetitose e divertenti. Segui i consigli ed i trucchi del nostro Chef per un risultato davvero perfetto!

Ricette con salmone: come scegliere un prodotto di qualità

Il salmone ha una carne di ottima qualità, morbida e dal gusto delicato. Affinché sia davvero buono, però, il salmone deve essere fresco. Quando acquisti il salmone per le tue ricette, quindi, ti consigliamo di verificare la presenza di alcune caratteristiche che indicano la freschezza del prodotto:

  • un odore delicato e non troppo forte;
  • un colore rosato brillante ed uniforme, privo di macchie bianche o scure;
  • carne consistente elastica e compatta, e senza striature rosse;
  • branchie rosate;
  • occhio brillante con pupilla nera, sporgente e privo di macchie.

Se il salmone che si acquista è di allevamento bisogna inoltre verificare che il colore rosato della carne non risulti fosforescente. In questo caso, infatti, è probabile che sia stato nutrito con cibi contenenti coloranti naturali o artificiali che potrebbero risultare dannosi per la nostra salute, come, ad esempio, la cantaxantina. Questo carotenoide se assunto in quantità elevate può provocare problemi alla vista, tant'è che l'Unione Europea ha imposto un limite quantitativo alla presenza di questo colorante nei cibi destinati ai salmoni.

Mille modi per preparare le tue ricette con il salmone

Il salmone è un alimento molto versatile che si presta a preparare deliziosi antipasti, primi o gustosi secondi piatti di pesce. C'è solo l'imbarazzo della scelta: potrai preparare davvero tutte le ricette con il salmone che la tua fantasia saprà suggerirti!

Il salmone, infatti, può essere cucinato in tanti modi:

  • al forno;
  • alla piastra;
  • in padella;
  • al vapore;
  • lessato.

Con Grand Chef Evolution sarà possibile cucinare il salmone al forno avvolto in un cartoccio ben chiuso di carta alluminio oppure alla piastra, rendendolo più succoso e saporito accompagnandolo con intingoli e salse. Inoltre è possibile esaltare ulteriormente il sapore delle sue carni preparando una marinatura, come quella realizzata dal nostro Chef!

Alternativa al salmone fresco: il salmone affumicato

In commercio è possibile trovare il salmone fresco, surgelato o affumicato. Quest'ultimo si ottiene dalle parti magre sfilettate del salmone fresco, eviscerato e privato della testa.
La tecnica di affumicatura del salmone ha origini molto antiche. I filetti sono dapprima tenuti sotto sale così da disidratarsi, e poi affumicati a freddo o a caldo:

  • affumicatura a caldo: il salmone è affumicato a temperature di circa 120°C per una ventina di minuti e, successivamente, di 80°C per circa 4 ore. Si tratta di un processo piuttosto veloce che viene raramente impiegato per i prodotti presenti sul mercato italiano;
  • affumicatura a freddo: le temperature impiegate seguendo questo metodo di affumicatura sono nettamente più basse (circa 20°C) ed i tempi di trattamento più lunghi (8-10 giorni). Pertanto si tratta di un procedimento meno aggressivo del precedente.

Il procedimento di affumicatura tradizionale utilizza il fumo della combustione di legni aromatici pregiati. È sempre bene, in ogni caso, leggere l'etichetta del prodotto in quanto quest’ultimo può essere sostituito con un distillato di fumo liquido (in tal caso sull'etichetta sarà riportata la dicitura "fumo").
Per le tue ricette il salmone affumicato è un'ottima alternativa a quello fresco rispetto al quale si presenta meno grasso, anche se con una maggiore concentrazione di sodio.

Il salmone affumicato viene venduto al supermercato, nei negozi di alimentari e nelle pescherie, confezionato in buste sottovuoto; quello più diffuso proviene dalla Norvegia, dalla Scozia e dall'Irlanda. Va conservato in frigorifero nella zona più fredda e lasciato a temperatura ambiente per circa un quarto d'ora prima di servirlo. Una volta aperta la confezione, il salmone deve essere consumato entro un massimo di 3-4 giorni.

Per assicurarsi che il prodotto sia stato affumicato correttamente, verificate che i bordi delle fette di salmone non risultino secchi o che la superficie non risulti umida e di colore troppo acceso. È bene verificare anche che sulla confezione sia presente la data di scadenza, ed evitare di consumarlo dopo quella data. Inoltre, nella busta non dovrà essere presente del liquido, indice che il prodotto è stato congelato dopo l'affumicatura o è stato esposto a temperature elevate.

Ricette con il salmone: tradizione a tavola:

Fresco o affumicato, il salmone è un alimento molto amato e utilizzato in cucina in tutto il mondo. Il primato lo hanno sicuramente i paesi scandinavi. In Norvegia viene consumato in tantissimi modi. Uno dei più famosi è il gravlaks, salmone marinato in aceto, sale grosso e zucchero. Questo piatto è molto amato anche in Svezia dove viene chiamato gravad lax. Qui, durante il periodo di Natale, viene preparata un'altra famosa ricetta con il salmone, il laxpudding, un pasticcio a base di patate e salmone servito come antipasto.

Il salmone è un piatto molto amato anche in Italia e non può mancare sulle nostre tavole nelle feste natalizie e nel menu di Capodanno. Diverse sono le ricette tipiche regionali che possono essere realizzate con il salmone. Nelle Marche la vigilia di Natale si consuma il cappone di galera, una pietanza marinaresca dalla lunga storia, a base di verdure ed ortaggi, vari tipi di pesce (tra cui, secondo alcune varianti, anche il salmone) e crostacei. Sempre nelle Marche si preparano anche le polpette di salmone affumicato e patate, servite in genere come antipasto, mentre in Toscana le folaghe alla Puccini vengono servite con una gustosa salsa che, in alcune versioni, prevede anche, come ingrediente, il salmone affumicato tritato.

Guarda tutte le ricette con Parola di Chef Ep.10 - Ricette con il salmone
Non possiedi Grand Chef Evolution per realizzare questa ricetta?
Scopri come averlo